top of page

(H)ÉROS

Aggiornamento: 10 nov 2022

Nella prima parte di luglio ho lavorato come videasta nella residenza artistica e prima tappa di questo progetto delle performers Sveva Scognamiglio e Ese Brume, che si è tenuta nello spazio del Refettorio dell' Ex Asilo Filangeri di Napoli.

Il progetto ha le sue fondamenta in un testo (attualissimo) della poetessa Audre Lorde USI DELL’EROTICO - L’EROTICO COME POTERE che parla di un'energia femminea repressa che è stata costantemente tradotta dal sistema patriarcale (che la teme) in qualcosa cha ha a che vedere solamente col la dimensione sessuale. Qualcosa della quale le donne devono vergognarsi, non entrare in contatto e che quando risale in superficie viene automaticamente bollata come pornografia o oscenità.

Attraverso il coinvolgimento di alcune ragazze africane con un passato traumatico sia dal punto di vista della violenza patriarcale che di quella migratoria, le artiste usano la danza, la voce come atto (fisico) di protesta e la solidarietà tra donne, per dare vita a una perfomance che ha come fine un'erotizzazione dello spazio e dei corpi, in cui viene coinvolto anche il pubblico allo scopo di sensibilizzare alla conoscenza (e all'uso!) di questa forza repressa in ognuno di noi.


La dimensione ritmico sonora è stata creata dall'artista Stefano Costanzo.

Le foto sono della fotografa Karen Mandau.

Il mio lavoro servirà al montaggio di un teaser per lo sviluppo e la diffusione ulteriori del progetto.







20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page